Poliambulatorio Lattanzi - Dentista Taranto - Attività Odontoiatrica, Stomatologia, Radiologia Odontoiatrica e Medicina Estetica
Home Peeling Viso
Peeling Viso Stampa E-mail

Che cos'è il peeling e come agisce?
Il peeling chimico del volto è un trattamento estetico che stimola, attraverso l'applicazione di una sostanza chimica sulla pelle, la esfoliazione ed il conseguente ricambio della pelle. Il peeling chimico agisce nella pelle del viso attraverso l’azione di vari meccanismi:

Stimola la rigenerazione cellulare rimuovendo ed esfoliando le cellule morte dello strato corneo provocando una vera e propria accelerazione del ricambio cellulare che avviene già naturalmente nel derma.

Elimina le cellule della pelle danneggiate e degenerate, che vengono sostituite da cellule epidermiche normali.

Produce un’infiammazione che attiva la produzione di collagene ed elastina, cioè rivitalizzazione e ringiovanimento del derma mediante stimolazione dei fibroblasti con formazione di collagene autologo.

Un peeling del volto può quindi agire sia a livello del derma più superficiale che a livello più profondo, ma ricordiamo che piuttosto che eseguire un peeling profondo, con i possibili rischi ed effetti indesiderati, è consigliato eseguire varie sedute di peeling superficiali o di media profondità.


I vari tipi di peeling
I peeling possono essere classificati e suddivisi secondo il tipo di sostanza chimica che contengono oppure in base alla profondità a cui agiscono.
In base alla profondità d'azione nel derma distinguiamo quindi peeling molto superficiali, superficiali, medi e profondi.


Le sostanze utilizzate per il peeling chimico
Acido glicolico
Resorcina
5-Fluorouracil (5-Fu)
Acido retnoico
Acido tricloracetico
Acido salicilico
Acido piruvico
Alfa-idrossi-acidi
Fenolo
Jessner' s Solution
TCA
acido ascorbico
acido lattico
alfaidrissiacidi
acido tioglicolico o acido mercaptoacetico
Peeling Alfa beta complex
Peeling HPP (High Potency Peel)
Peeling Acido Mandelico


Quale profondità per il peeling?

Sono molti i fattori che devono essere tenuti in considerazione, per scegliere la profondità a cui deve agire il trattamento di peeling chimico:

• tipo di inestetismo o patologia che vogliamo trattare
• la sostanza utilizzata e la sua concentrazione
• zona di cute trattata
• tecnica di applicazione e quanti passaggi eseguiremo sulla stessa zona di pelle
• trattamento cutaneo prima del peeling
• tipo di pelle del paziente
• spessore della pelle
• la durata del peeling, ovvero quanto tempo rimane l’agente chimico sulla pelle
• preparazione della pelle prima del trattamento
• differenti aree di pelle da trattare

Il medico esperto e preparato saprà valutare con attenzione il tipo di pelle del paziente e determinare quale sia il peeling più appropriato.


Acido Mandelico 50%
La sostanza e' un a- idrossi acido derivato dalle mandorle, una molecola a otto atomi di carbonio e proprio a questa sua composizione deve la sua peculiare caratteristica attivita'. L’indicazione principale è per un peeling chimico che agisce senza procurare bruciore ne' rossore non a discapito dell’efficacia. Al contrario il principio e' particolarmente attivo nella riparazione e riattivazione della pelle invecchiata, ha insite proprietà antibiotiche e si rivela quindi efficace nell’acne infiammatoria non cistica. Da non sottovalutare, inoltre, le accertate capacità depigmentanti.

L’esfoliazione cutanea e' progressiva, finemente furfurea, facilmente nascosta dall’idratazione con creme idonee, persistente per vari giorni ma mai fastidiosa o evidente. Questo peeling è definito “il peeling dell’estate”, o anche “il peeling per tutti in tutte le stagioni”. L'acido Mandelico non è fotosensibilizzante ed è quindi applicabile sempre. Inoltre non risente in particolar modo del fototipo del paziente, tanto da poter essere applicato su fototipi alti proprio per l’assenza di rischio iperpigmentante.


Concludendo:

1 Eritemi: il Peeling Chimico con Acido Mandelico produce pochissimo eritema e sono irrilevanti le probabilità che si sviluppino "hotspots" nelle zone sensibili e disidratate del viso. Non sensibilizza per il sole (possibile anche in estate).

2 Tollerabilità: ripetuto settimanalmente il peeling con Mandelico (10 - 15 minuti di contatto seguiti da lavaggio con solo acqua), è ben tollerato dalla maggior parte dei pazienti.

3 Indicazioni: Come sopra, la ripetizione per 8/10 volte settimanali è molto utile nell’acne, nel melasma e nelle lentiggini

4 Photoaging & rughe: importante miglioramento delle rughe più fini in pazienti con pelle di tipo Fitzpatrick da I a VI, anche di colore, senza avere iperpigmentazione postinfiammatoria, molto meglio dei trattamenti in parallelo con Glicolico, mentre la struttura ed il tono della pelle migliorano rapidamente in poche settimane. Questa ricerca durata tre anni ha dimostrato l’utilità del Mandelico nella riattivazione della pelle invecchiata. E’ disponibile una maschera in due fasi: premaschera preparatoria e maschera occludente.

5 Pigmentazioni anomale: melasma, pigmentazioni postinfiammatorie e lentiggini, trattate con Acido Mandelico sono migliorati rapidamente. In molti pazienti il melasma è migliorato fino al 50% dopo 1 mese di trattamento.

6 Rosacea: pazienti con rosacea da acne inoltre hanno sempre mostrato un notevole miglioramento dopo 5 sedute.

7 Effetto schiarente: se usato in associazione con altri agenti schiarenti quali Ac. Fitico (per arrestare la melanogenesi), Ac. Tioglicolico (come chelante per le metallo proteine), l’Almond Plus ha mostrato un effetto schiarente eccellente senza aspetti negativi. Il melasma cutaneo spesso resistente ai trattamenti con tretinoin, idrochinone e steroidi, è migliorato in pazienti che avevano sospeso altri trattamenti. Il melasma cutaneo ha risposto più lentamente del melasma epidermico (esame luce di Wood).

8 Acne: il miglioramento dell'acne è notevole nei casi di pustole infiammatorie, comedoni e acne papulare. I pazienti con follicolite gram-negativa inoltre hanno mostrato un significativo miglioramento, molti casi di acne, resistenti agli antibiotici per via sistemica, hanno risposto molto bene. La ricerca iniziale sull’acido mandelico è stata impostata sulla sua attività antibiotica, si sperava potesse aiutare i pazienti sofferenti per entrambi i problemi. I risultati hanno confermato queste ipotesi: molti pazienti hanno potuto controllare la loro acne con i soli prodotti a base di Acido Mandelico (cioè senza utilizzare prodotti tradizionali anti acne).

 

Cerca nel sito

Convenzioni

La Poliambulatorio Lattanzi è una struttura sanitaria odontoiatrica convenzionata in forma diretta con il F.A.S.I. il FASCHIM, UNISALUTE e PREVIMEDICAL. Dettagli

logo-fasi logo-fasiopen logo-previmedical



logo-faschim logo-unisalute

Punti di Forza

Nove buoni motivi per scegliere
il Poliambulatorio Lattanzi. Dettagli

odontoiatria-poliambulatorio-lattanzi

estetica-poliambulatorio-lattanzi
Staff qualificato
Il Poliambulatorio con sede in Puglia a Taranto si avvale di medici altamente specializzati e di uno staff efficiente e professionale. Dettagli

Soci Ordinari

poliambulatorio-lattanzi-aio-logo poliambulatorio-lattanzi-aioa-logo
Associazione Italiana Odontoiatri
  
Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica
poliambulatorio-lattanzi-andi-logo poliambulatorio-lattanzi-sidp-logo
Associazione Nazionale Dentisti Italiani Società Italiana di Parodontologia
  
poliambulatorio-lattanzi-sio-logo poliambulatorio-lattanzi-sido-logo
Società Italiana di Osteointegrazione
Società Italiana di Ortodonzia

Sede e Contatti Poliambulatorio Lattanzi

Svolgiamo attività professionali nei campi dell'Odontoiatria, Stomatologia, Radiologia Odontoiatrica e Medicina Estetica nella nostra sede a Taranto (Puglia)

address Taranto
Via Lazio, 113 - piano 3°


a-sep time Lunedì, Mercoledì e Giovedì
dalle ore 9.00 alle ore 13.00
dalle ore 16.00 alle ore 20.00
Martedì e Venerdì
dalle ore 9.00 alle ore 13.00
a-sep details tel. 099.7361346
fax  099.7361346
mobile 391.1742335
e-mail info@poliambulatoriolattanzi.it


Poliambulatorio Lattanzi di Sergio Lattanzi & C. S.a.s. - Taranto - P.iva 02367870736


Sito Internet realizzato da Entropia